Banca: focus sui conti deposito italiani e le promozioni oggi disponibili

Sono sempre più numerosi gli italiani che scelgono di accendere un conto deposito a tempo, perché con un bel conto deposito si ha la possibilità di veder fruttare i propri risparmi e anche perché in Italia è possibile usufruire di tassi in assoluto migliori di tutta Europa, oltre che anche di Bot e Btp.

Come funzionano questi conti deposito a tempo? Davvero molto semplice. Non è necessario far altro che accendere il conto, che spesso può essere acceso anche direttamente online in pochi click appena, versare sopra la somma che si desidera vincolare e scegliere anche per quale lasso di tempo fermarla. In questo modo il correntista ha la possibilità di ottenere una remunerazione elevata per questa sua operazione, in piena sicurezza inoltre dato che fino a 100.000 euro il deposito è garantito dal Fondo interbancario di tutela dei depositi. Considerate che in Italia è possibile ottenere anche l’1% di ricavo, davvero elevato, percentuale questa che può salire se si decide di vincolare una somma piuttosto ingente per un lasso di tempo lungo, come ad esempio 48 mesi. Dobbiamo ammettere che nella maggior parte dei casi gli italiani scelgono il vincolo minimo, di solito di 12 mesi. Sono però sempre più numerose le persone che arrivano anche fino a 48 mesi, consapevoli che in questo modo il guadagno che otterranno sarà nettamente superiore.

Sì, ma a che costo? La domanda sorge spontanea, dato che in Italia siamo più che abituati alle spese nascoste che alla fine annullano qualsiasi guadagno ottenuto. In questo caso invece non è affatto così. Pensate infatti che i conti deposito sono tutti a zero spese e che ci sono alcune banche che non chiedono ai correntisti neanche il pagamento dell’imposta di bollo, come ad esempio Banca Farmafactoring e Banca Sistema. L’unica spesa che è necessario sostenere riguarda la tassa del 26% sugli interessi, una tassa che non viene applicata solo ed esclusivamente sui conti deposito, ma più in generale su ogni tipologia di investimento.

È importante ricordare che il settore bancario è oggi come oggi davvero molto concorrenziale e che le banche cercano di attirare quanti più clienti possibile verso di sé con promozioni davvero molto allettanti. Queste promozioni vengono accese su molte diverse tipologie di prodotti bancari, e anche i conti deposito ovviamente non fanno eccezione. Proprio per questo motivo vi consigliamo caldamente di fare qualche piccola ricerca online prima di prendere una decisione oppure di utilizzare i siti internet specializzati in comparazione dei prezzi, che vi consentono in pochi click appena di richiedere dei preventivi a molte banche contemporaneamente.

Detto questo, ci teniamo però ad indicarvi quelle che sono a nostro avviso le migliori soluzioni deposito di questo ultimo periodo:

  • Conto Facto di Banca Farmafactoring. Questo conto deposito consente di ottenere un guadagno dell’1,20% sulle somme che vengono vincolate per 24 mesi. Si tratta di un conto corrente davvero conveniente, dato che non sono previste spese per la sua apertura né spese per la sua chiusura e dato che la Banca Farmafactoring si fa carico dell’imposta di bollo.
  • Il conto deposito di Widiba. Anche in questo caso il tasso è di 1,20% per le somme che vengono vincolate per 24 mesi e non sono previste spese di apertura o spese di chiusura. L’imposta di bollo però è a carico del correntista e viene calcolata in base alla normativa vigente, quindi è pari allo 0,20% sul totale che è stato depositato. Da ricordare però che è conveniente aprire il conto deposito con Wibida perché i nuovi correntisti hanno la possibilità per i vincoli di 6 mesi di ottenere un rendimento di 1,60% all’anno, offerta questa che è valida però solo per chi apre il conto entro il 19 giugno e vincola entro il 1 luglio una somma di almeno 1000 euro.
  • Il conto deposito di Igea Banca. Dal punto di vista economico, questo è senza alcun dubbio il conto deposito più conveniente dato che è possibile ottenere, per i vincoli di almeno 24 mesi, un tasso del 2%. Non solo, si tratta di conto deposito a zero spese ed è la banca a farsi carico del pagamento dell’imposta di bollo.
  • Conto Twist di Banca Valsabbina. Anche in questo caso le condizioni sono molto vantaggiose, in quanto si parla di un tasso dell’1,30% sulle somme che vengono vincolate per almeno 24 mesi e in quanto non sono previste spese per l’apertura del conto o per la sua chiusura. L’imposta di bollo però è a carico del correntista, e calcolata ovviamente secondo la vigente normativa.

Comments

comments