Ferrovie dello Stato pronta a cedere le Grandi Stazioni

Il gruppo Ferrovie dello Stato è pronto a vendere il 60% di Grandi Stazioni. A riferirlo è stato lo stesso amministratore delegato di Ferrovie, Mauro Moretti, che, in un’intervista al Corriere Economia ha paventato l’ipotesi, sottolineando che se ne sta discutendo con i soci Benetton e Caltagirone.

Moretti ha sottolineato che Grandi Stazioni è una gallina dalle uova d’oro e, pertanto, qualora si trovi qualcuno che paghi adeguatamente, loro son pronti a cedere parte della stessa. L’amministratore continua poi facendo presente che al momento i più titolati per la cessione sono proprio Benetton e Caltagirone, già partner di Ferrovie.

Ricordiamo che Grandi Stazioni è una società del gruppo Ferrovie che mira alla riqualificazione e alla gestione delle 13 stazioni principali della nostra penisola, ossia: Milano Centrale, Torino Porta Nuova, Genova Brignole, Genova Piazza Principe, Venezia Mestre e Venezia S. Lucia, Verona Porta Nuova, Bologna Centrale, Firenze S. M. Novella, Roma Termini, Napoli Centrale, Bari Centrale e Palermo Centrale. Il 60% che si cederebbe sarebbe quello di Ferrovie, mentre l’altro 40% di Grandi Stazioni fa capo a Eurostazioni Spa.

Comments

comments