Ue: nuove regole per fronteggiare la crisi

Stando a quanto detto da Angela Merkel, le cui dichiarazioni sono ovviamente supportate dai dati, si tratta della peggiore crisi dal dopoguerra. L’Unione Europea ha quindi deciso di mettere a punto un’altra serie di misure atte a fronteggiarla. Per questo motivo da Strasburgo arriva un’altra stretta sulla speculazione nei mercati finanziari. Si tratta di una serie di norme che tenteranno di arginare i tentativi di lucro su quello che è il debito dei Paesi in difficoltà, ossia Grecia, Italia, Portogallo e Spagna. La decisione è stata presa dopo il downgrading della Francia, poi ritrattato. In pratica l’Unione Europea ha viettao le vendite allo scoperto, soprattutto per i credit default swaps eannuncia che saranno messe a punto anche delle restrizioni per le agenzie di rating che dovrebbero ricevere il divieto di valutare l’affidabilità finanziaria dei Paesi nel periodo in cui si trovano in fase di risanamento. Per le agenzie di rating, inoltre, sono state proposte delle sanzioni in caso di errori e queste ultime hanno anche l’obbligo di informare in maniera preventiva chi viene giudicato, almeno un giorno lavorativo prima.


Comments

comments