Banche: prestiti con garanzie statali

Periodo economico duro per l’economia italiana, i titoli in borsa calano, il prezzo oro usato degli italiani finisce in vendita nei negozi delle città, le banche non aiutano le famiglie…loro stessi avvolti da problemi di liquidità. Gli Stati si sono impegnati per dare sostegno alle banche con problemi di liquidità e per questo motivo è stato messo a punto un pacchetto di interventi deciso in sede europea. Le banche con problemi di liquidità stringono anche le condizioni di credito alla clientela e questa è una cosa assolutamente da evitare in un momento così difficile per economia e consumi. In pratica, a causa di suddetti deficit di liquidità, le banche sono portate non solo a concedere meno prestiti ma anche ad alzare i tassi di interesse: questo grava non poco su tutti coloro che richiedono un prestito. Il nostro governo ha varato una serie di misure atte a risolvere la situazione: viene, pertanto, prevista la garanzia dello Stato sulle obbligazioni emesse dalle banche (tanto quelle prive di garanzia che i covered bond). In questo modo si vuole collocare più facilmente i titoli sul mercato e favorire il reperimento delle risorse per le attività. Inoltre si vuole dare alle obbligazioni bancarie il bollino blu dello Stato in modo che si possa accedere ai finanziamenti stanziati dalla Banca Centrale Europea. Quest’ultima, infatti, per concedere dei finanziamenti chiede la garanzia di titoli di buona qualità, ossia quelli pubblici. Ovviamente la Banca d’Italia si riserva di verificare l’adeguatezza del patrimonio e della redditività. Nello specifico, fino al 30 giugno 2012, il ministro  dell’Economia potrà dare il timbro di Stato sulle passività delle banche, con scadenza da tre mesi a 5 anni o, dal gennaio 2012, a sette anni per le obbligazioni garantite durante operazioni di cartolarizzazione. Si deve trattare di strumenti solo in euro, non strutturati, a tasso fisso e che non rappresentino un debito non subordinato né nel capitale né negli interessi. Le banche non devono abusare di suddetto aiuto per conseguire indebiti vantaggi.


Comments

comments