Ubi Banca: utile netto 2011 in crescita

in questo momento, quando spesso le persone affidano i loro risparmi a beni rifugio come il valore oro, arrivano i bilanci delle banche italiane. Anche il CdA del Banco di Brescia ha approvato il progetto di bilancio al 31 dicembre 2011 che deve essere sottoposto all’attenzione dell’Assemblea del prossimo 5 aprile che vedrà l’approvazione dello stesso. Dai dati emersi si evince che il 2011 si è chiuso in positivo, dato che l’utile netto è passato da 72 milioni di euro del 2010 a 95 milioni: si parla, quindi, di un +31,9%. Per quel che concerne i proventi operativi, si è avuto un aumento del +1% rispetto al 2010. Gli interessi netti sono stati di 324,4 milioni di euro, quasi esattamente come il precedente anno; le commissioni nette sono aumentate dell’1,9% su base annua, mentre i proventi netti di gestione sono cresciuti di mezzo punto. La banca in questione si è anche preoccupata di controllare i costi. Per quel che concerne gli oneri operativi, che sono stati pari a 312,8 milioni di euro, si nota che sono diminuiti dell’1,4% su base annua. Tra questi ci sono: le spese per il personale, che ammontano a 173,7 milioni di euro (+0,5% rispetto al 2010), altre spese amministrative per 128,8 milioni di euro (-3,4%) e ammortamenti per 10,3 milioni di euro (-7,6%). Tutto ciò ha determinato un valore dell’indice Cost/Income al 57,7%, che significa un calo di un punto e mezzo percentuale in meno rispetto al dato 2010.

Comments

comments