Coronavirus: saranno le banche ad anticipare la cassa integrazione ai lavoratori

L’erogazione dei trattamenti di cassa integrazione non può certo avere luogo con le consuete tempistiche. Quella che stiamo vivendo è infatti una situazione di emergenza che ha messo in ginocchio molte famiglie. È importante quindi garantire il corretto sostentamento economico per tutti. Proprio per questo motivo è stata presa la seguente decisione, le banche anticipano una somma di 1.400 euro ai lavoratori. Sarà poi cura dell’INPS rimborsare questa somma alle banche in un secondo momento. 

Stando a quanto affermato, i primi assegni potrebbero arrivare anche prima della Pasqua. Ricordiamo che i 1.400 euro riguarda 9 settimane di sospensione dal lavoro a zero ore. In caso di durata inferiore, verrà effettuata una riduzione proporzionale. Lo stesso vale anche in caso di rapporto di lavoro a tempo parziale. I beneficiari di questo procedimento sono tutti i lavoratori dipendenti i cui datori di lavoro abbiamo d leggi tutto

Acquisizioni bancarie: qual è la situazione attuale?

Abbiamo assistito ad un buon numero di acquisizioni bancarie nel nostro paese, tra le quali è doveroso ricordare l’acquisizione di Ubi Banca da parte di Intesa San Paolo, considerata nel settore come letteralmente clamorosa. Considerando che sono molte altre le banche italiane che vivono un momento di estrema debolezza, è plausibile pensare che assisteremo a molte altre acquisizioni nel corso dei prossimi mesi. Gli acquisti sono per le banche di più grandi dimensioni e che godono di ottima salute un modo per espandersi, mentre per le banche sofferenti sono l’unica soluzione possibile alla loro sofferenza, per ridurre i costi e ottenere supporto. 

A quanto pare c’è un’altra novità che si prospetta all’orizzonte, il distacco del Monte dei Paschi di Siena dal sostegno nazionale. Il MPS ha reso noti i dati di bilancio e certifica per il 2019 una perdita di 1.033 miliardi di euro. Questa perdita non è stata causat leggi tutto

Coronavirus e ripercussioni economiche: situazione attuale e cosa potrebbero fare le banche centrali

Il Coronavirus si è diffuso in questo giorni in modo davvero molto intenso, soprattutto nel Nord Italia, una diffusione questa che nessuno si aspettava e che proprio per questo motivo ha gettato i cittadini nel panico. A dire la verità non è stato di certo solo l’effetto sopresa a gettare i cittadini del panico, anche i giornalisti ci hanno messo lo zampino, così come le istituzioni che hanno preso molte decisioni drastiche per cercare di arginare il diffondersi del virus. 

Dobbiamo ammettere che arginare la diffusione di questo virus è una priorità, così da riuscire a salvaguardare la salute dei cittadini e a proteggerli quanto più possibile. Nonostante questo è bene anche guardare alle eventuali ripercussioni economiche che la situazione potrebbe comportare, per noi italiani così come per ogni altro paese del mondo. 

Le ripercussioni economiche del Coronavirus: aspettative 

Secondo il Gove leggi tutto